• 31 DIC 15
    • 0

    Cellulite: fastidio con speculazione

    Si tratta di un accumulo abnorme di tessuto adiposo localizzato in determinate parti del corpo.

    Il grasso accumulato si spinge verso l’alto fino ad evidenziarsi come globosità e a tendere la pelle.

    Quando la pelle è tesa per la presenza di grasso basta premere tra due dita la pelle e si vede formarsi tanti punti depressi popolarmente chiamati buccia d’arancia. Non è causata da disturbo circolatorio o da ristagno di liquidi, come viene scritto in modo sbagliato.

    Come e perché si forma la cellulite

    Questo particolare accumulo di grasso ha la finalità di immagazzinare energia da consumarsi ineventuali periodi di carenze alimentari e il nome corretto  è ipertrofia adiposa localizzata, anche se ma ormai il termine cellulite è quello comunemente usato.
    E’costituita da ammassi anomali di cellule del grasso chiamati adipociti. Gli adipociti sono cellule rotondeggianti e si aggregano come fanno gli acini di un grappolo d’uva. Gli adipociti stanno tra i muscoli e la pelle formando un cuscinetto, il cosiddetto cuscinetto adiposo che ha 3 funzioni molto importanti :

    1. attutire i traumi
    2. trattenere il calore
    3. riserva di energia

    Esso cambia di spessore durante l’età: è sottile nei bambini e si ispessisce al momento della pubertà per tornare poi sottile nell’ anziano. Se tuttavia abbiamo una alimentazione troppo abbondante oppure siamo sedentari, il cuscinetto adiposo si ispessisce indipendentemente dall’ età.
    Oltre l’alimentazione anche il clima influenza lo spessore del cuscinetto adiposo: nelle popolazioni nordiche, per difendersi dal freddo, è molto sviluppato, al contrario negli africani ed indiani è molto sottile.
    Esistono tuttavia eccezioni in qualsiasi etnie dovute alla costituzione dei singoli individui.

    Comunemente si pensa che sia causata da un eccesso di alimentazione o da una vita sedentaria, in realtà anche soggetti molto magri o iperattivi possono essere interessati da cellulite. Si tratta di una vera e propria predisposizione individuale. Un altro fattore importante è l’influsso ormonale.

    Gli estrogeni sono i principali fautori della cellulite. Ecco perché essa diviene  più evidente nelle donne sessualmente mature e in quelle che assumono la pillola anticoncezionale.
    Qualsiasi cura anticellulite prevede per prima cosa la sospensione della pillola o dei cerotti.

    Come si presenta la cellulite

    Il cuscinetto adiposo ha uno spessore che varia a seconda delle aree corporee ma in genere non supera il centimetro nei soggetti che hanno peso normale. In alcuni individui, soprattutto donne, e in alcune sedi, soprattutto radice degli arti inferiori, glutei, addome e fianchi, ginocchia, caviglie, gomiti, ecc. il cuscinetto adiposo si ispessisce improvvisamente fino a 10 centimetri e più causando un rigonfiamento ondulato, a materasso.

    A volte la Cellulite cresce a dismisura configurandosi come uno scuilbrio totale del tessuto adiposo.

    I trattamenti della cellulite

    E’ favorita principalmente da due fattori: la predisposizione e gli ormoni sessuali. Entrambi non possono essere modificati. Occorre quindi considerare la cellulite come un difetto poco curabile e come tale vengono proposti un numero elevato di trattamenti perlopiù inutili o, qualche volta, dannosi.

    I trattamenti che non servono

    Le creme

    Tra i trattamenti inutili il più adottato è l’uso di creme anticellulite. Nessuna crema massaggiata sulla pelle può raggiungere la zona della cellulite che è profonda, per cui non ha senso affrontare con creme il trattamento della cellulite, a dispetto delle asserzioni nella pubblicità.
    Altrettanto inutile è il massaggio o la ginnastica passiva o una dieta particolare mentre è utile perdere il peso in eccesso per tornare al peso forma.

    La mesoterapia

    La mesoterapia era una tecnica molto utilizzata in passato e consisteva nell’iniettare, con molti aghi, liquidi all’ interno della cellulite nel tentativo di “sciogliere” il grasso. In realtà la cellulite diminuiva solo se si iniettava l’ormone della tiroide che però causava molti disturbi collaterali. Per questo motivo oggi si preferisce non praticare la mesoterapia.

    La liposuzione

    Più recentemente si è utilizzata la tecnica della liposuzione, detta anche della liposcultura; si tratta di aspirare il grasso per mezzo di una cannula introdotta nella zona di cellulite. E’ questo un intervento chirurgico non privo di possibili conseguenze negative e spesso non risolutivo. Infatti, pur asportando grandi quantità di grasso, si può assistere ad un rimpiazzamento dell’area svuotata da parte delle cellule rimaste tanto che il risultato estetico dura solo qualche mese.

    I centri estetici

    Molti centri estetici propongono trattamenti anticellulite eseguiti con macchinari appositi che emettono luce, calore, vibrazioni, ultrasuoni e altro. Questi trattamenti influenzano più la psiche che la cellulite.

    I trattamenti utili

    La dieta

    Sebbene la dieta non rappresenti un trattamento utile, occorre che chi soffre di questo disturbo non beva troppa acqua e non beva soprattutto bibite zuccherate. Fattori questi che  fanno  aumentare il volume del cuscinetto di grasso. Il target da raggiungere è quello del proprio peso forma. Dimagrire oltre il peso forma è dannoso e mette in maggior evidenza il difetto.

    L’attività fisica

    L’attività fisica serve sia per aiutare a raggiungere e mantenere il peso forma sia ad aumentare la muscolatura mascherando così le ondulazioni della cellulite.

    Conclusione

    la cellulite non è una malattia e va trattata adeguatamente
    La cellulite è un disturbo estetico a carattere genetico/familiare che può essere parzialmente controllato solo con il mantenimento del peso forma e con l’attività fisica. In alcuni casi selezionati può essere utile l’intervento chirurgico di liposuzione.
    Gli altri rimedi proposti sono illusori o pericolosi.

    Leave a reply →