• 23 DIC 15
    • 0

    Autoabbronzanti: spesso utili, difficili da usare

    Cosa sono i prodotti autoabbronzanti

    Sono preparati che contengono sostanze in grado di conferire alla pelle un aspetto simile all’abbronzatura, in modo da migliorarne l’aspetto generale ed eventualmente mascherare alcuni inestetismi come macchie o chiazze di vitiligine. Gli autoabbronzanti hanno un alto profilo di sicurezza. Il loro uso sono sicuri è privo di effetti collaterali (agiscono solo sulle “cellule morte” della pelle) e dunque possono essere usati da tutti.

    Come agiscono i prodotti autoabbronzanti

    Agiscono attraverso un principio attivo, solitamente il diidrossiacetone al 4%. Si tratta di uno zucchero che legandosi alle sostanze presenti sugli strati più esterni della pelle (le cheratine, proteine dello strato corneo) produce sostanze colorate giallo-brune che danno alla cute un aspetto abbronzato.

    Perché utilizzarli invece del sole

    Gli autoabbronzanti vengono utilizzati con frequenza da attrici / attori, modelli / modelle per conferire l’aspetto abbronzato alla pelle senza esporsi al sole o alle lampade UV che danneggiano ed invecchiano precocemente la pelle.

    L’effetto abbronzato non protegge dal sole

    Il colorito ottenuto con gli autoabbronzanti, anche se simile all’abbronzatura, non protegge dai raggi ultravioletti del sole. Occorre quindi essere prudenti quando ci si espone al sole.

    Le formulazioni autoabbronzanti più usate e il loro utilizzo

    Gli autoabbronzanti sono disponibili in commercio in forma di creme, lozioni e spray. Sono tutti di facile applicazione, e se utilizzati correttamente non macchiano e non ungono.

    Come si utilizzano

    I preparati autoabbronzanti devono essere applicati con cura ed uniformemente sulle zone da trattare. La pigmentazione compare circa un’ora dopo l’applicazione per effetto dell’ossidazione dello zucchero sulla pelle. L’applicazione può essere ripetuta più volte nei giorni successivi fino a raggiungere il colorito desiderato. Per mantenere “l’abbronzatura” è indispensabile riapplicare il prodotto non appena si nota uno sbiadimento, poiché il colorito abbronzato tende a scomparire con la normale desquamazione della pelle. L’unica precauzione richiesta nell’applicazione è quella di lavarsi le mani subito dopo l’applicazione, onde evitare di colorarle oppure indossare guanti monouso.

    Chi può utilizzare gli autoabbronzanti

    Tali prodotti possono essere utilizzati da tutti coloro che desiderano dare alla pelle un aspetto abbronzato. Possono essere usati anche per correggere alcuni inestetismi dovuti a difetti della pigmentazione della cute, come si verifica nella vitiligine. I pazienti che non possono esporsi al sole per malattie o perché sono in trattamento con farmaci fotoattivi ( cioè che provocano reazioni della pelle se si prende il sole), possono usare gli autoabbronzanti per migliorare l’aspetto estetico. Anche i soggetti albini o i soggetti con pelle molto chiara (fototipo I) , che non hanno la capacità di abbronzarsi, possono ricorrere all’uso degli autoabbronzanti.

    Conclusione

    Gli autoabbronzanti sono prodotti da applicare in sicurezza e di grande effetto ma non proteggono dal sole

    Leave a reply →