• 21 DIC 15
    • 0
    Micropeeling: tecnica rigenerativa

    Micropeeling: tecnica rigenerativa

    Micropeeling

    Il Micropeeling   agisce  come stimolante cutaneo nella cosiddetta Tecnica di Dermatologica Rigenerativa.
    Il Micropeeling si contrappone al Peeling. I Peeling usano acidi forti che determinano la distruzione dell’epidermide nel tentativo di ottenere una rigenerazione in grado di riparare difetti come cicatrici, macchie, lassità ed altro.
    I Peeling con acidi forti sono attualmente in disuso perché causano un danno non selettivo, ad esempio distruggono oltre che le cellule che costituiscono l’epidermide, i Cheratinociti, anche i Melanociti, le cellule immunologiche e quelle nervose presenti nel contesto dell’epidermide.
    Infatti dopo ripetuti Peeling con acidi forti la pelle subisce un precoce e irreversibile invecchiamento.
    Il Micropeeling utilizza invece acidi a bassa concentrazione che agiscono solo nello Strato Corneo, la parte esterna dell’epidermide formata da lamelle di cheratina prive di nucleo. In questo modo non si danneggiano le cellule viventi.
    Per comprendere l’attività del Micropeeling occorre considerare la costituzione dello Strato Corneo.

    Strato Corneo

    è formato da lamelle costituite da una proteina rigida chiamata Cheratina e da Lipidi tra le lamelle chiamati Lipidi Interlamellari.
    Man mano che le cellule dell’Epidermide maturano e si trasformano in Lamelle Cornee, le Lamelle Cornee più esterne perdono le aderenze, si distaccano e si disperdono nell’ambiente.

    Naturale processo di Desquamazione

    Il processo di Desquamazione è invisibile e con esso disperdiamo circa 10 miliardi di Lamelle Cornee ogni giorno, Lamelle che devono essere rimpiazzate.
    Molte condizioni ambientali interagiscono negativamente con questo complesso processo di Desquamazione.
    Ad esempio se d’inverno ci laviamo di frequente le mani può capitare di vedere al dorso comparire una desquamazione a grosse lamelle bianche di aspetto simile alla farina.
    In questo caso quello che vediamo sono pacchetti di migliaia  di Lamelle Cornee che si distaccano in modo anomalo a causa della secchezza cutanea causata dal freddo e dai detergenti.
    Già molto anni fa si era capito che accelerando artificialmente il processo di Desquamazione si obbligano le cellule epidermiche a rinnovarsi e nello stesso tempo si ottiene la stimolazione di tutto il comparto epidermico e dermico.
    Infatti, le cellule in rinnovamento accelerato richiedono più nutrimento e quindi i vasi del derma si rigenerano e l’influsso positivo viene trasferito anche ai fibroblasti che devono produrre Collageno, Elastina, Acido Ialuronico.

    Cellule staminali

    Non è escluso che anche alcune Cellule Dormienti o Cellule Staminali si attivino e collaborino al ringiovanimento del parco cellulare epidermico/dermico.

    Lozione Micropeeling

    Per eseguire un corretto Micropeeling occorre disporre di una lozione composta d aAcido Glicolico e Acido Salicilico cioà di un alfa e un beta idrossiacido. Questi due acidi svolgono azione sinergica ed entrambi promuovono la dissociazione dei legami delle Lamelle Cornee rendendole libere di desquamare.
    Nella lozione  studiata  dai Dermatologi di DermaClub (Glicosal lozione)  la concentrazione dei principi attivi ed il pH è stato ottimizzato  per ottenere una buona attività desquamante (peeling) senza generare irritazione.

    A questo punto se si comincia a frizionare sulla pelle del volto alla sera con la Lozione Micropeeling attiviamo il processo Desquamativo che a sua volta attiva la rigenerazione dei Cheratinociti che a loro volta attivano il compartimento vascolare e cellulare dermico.

    In questo modo mese  dopo mese  si ha un miglioramento sia della tessitura della pelle sia della sua tonicità e luminosità.

    Leave a reply →