• 04 LUG 16
    • 0

    Macchie dell’età

    Sintesi

    Le macchie dell’età o lentiggini solari senili sono degli inestetismi che appaiono sulla pelle generalmente dopo i 40 anni. Si tratta di macchioline di una colorazione marrone o grigio-nera. Si presentano con maggiore frequenza sulle mani, sul viso, sulle spalle e sulle braccia, vale a dire sulle zone del corpo che nel corso della vita sono più esposte alla luce solare. Sono anche chiamate macchie solari, lentiggini solari e in passato venivano chiamate macchie del fegato perché erroneamente si credeva che la loro origine fosse da collegare a problemi epatici. Si verificano per aumento del numero dei melanociti, le cellule che producono la melanina, il pigmento naturale della pelle.

    Info

    Descrizione della malattia

    • Le macchie dell’età o lentiggini solari senili sono delle piccole aree della pelle in cui si presenta una maggiore pigmentazione, vale a dire una anomala concentrazione di melanociti, cellule che conferiscono il colore alla pelle. Non hanno una natura patologica, anche se talvolta possono confondersi con lesioni tumorali. La loro dimensione varia da pochi millimetri a macchie circolari di diametro fino a 1 centimetro. Sono generalmente concentrate nella stessa area della pelle, con maggiore frequenza sul dorso delle mani, sul viso, sulle spalle e sulle braccia.

    Cause della malattia

    • Le macchie dell’età sono causate dall’esposizione cronica ai raggi solari (raggi ultravioletti – UV) e dall’uso delle lampade abbronzanti. L’invecchiamento cutaneo può causare una produzione eccessiva di melanociti che tendono a raggrupparsi in piccole aree circolari.
    • Sintomi
    • Non ci sono sintomi rilevanti da collegare all’apparizione delle macchie dell’età.

    Diagnosi

    • La diagnosi di lentiggini solari o macchie dell’età viene eseguita dal dermatologo. È generalmente sufficiente una visita e l’osservazione visiva. In alcuni casi sospetti, il dermatologo può richiedere:
    • Biopsia cutanea, che consiste in prelievo di piccoli campioni di pelle per l’analisi di laboratorio (citologica) per escludere lesioni di origine tumorale.

    Trattamenti

    Le macchie dell’età non causano problemi per la salute, quindi non hanno bisogno di un trattamento specifico. Possono essere trattati come inestetismi, attraverso metodiche che consentono di schiarire la pelle. Le opzioni sono:

    • Curettage motorizzato che consiste in un’esfoliazione profonda eseguita da meccanica vibrante sui cui è montata una curette ad anello.
    • Micropeeling chimico, che mediante l’utilizzo di prodotti esfolianti, come l’acido glicolico e salicilico( Glicosal Lozione ), permette il distacco degli strati dell’epidermide più esterni.
    • Cosmetici, per la copertura delle macchie.

    Prevenzione

    • La prevenzione delle macchie dell’età si attua proteggendo la pelle durante l’esposizione solare, durante la stagione estiva, ma non solo, con indumenti, come cappelli e maglie. Le parti di cute che rimangono scoperte vanno protette con foto riflettenti minerali ( Argillina Sole )
    • Bisogna evitare di esporsi al sole nelle ore della giornata con maggiore presenza di raggi UVA e UVB.
    • È importante monitorare costantemente le macchie della pelle note, informando il dermatologo di nuove formazioni o delle irregolarità, ad esempio, contorni frammentati e che mutano nel tempo, di quelle già individuate.
    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply