• 01 GIU 16
    • 0

    Cattivo odore dei piedi

    I piedi di alcuni individui hanno spesso cattivo odore oppure in alcuni momenti, piedi che non avevano particolare odore, emanano un odore sgradevole. L’odore dei piedi ha differenti origini e si divide in tre principali categorie ognuna con un odore caratteristico ben riconoscibile dal Podologo o Dermatologo. Le tre principali categorie di odore sono:

    1. da macerazione
    2. da crescita batterica
    3. da crescita micotica
    4. da interazione con calze e calzari

    Spesso l’odore dei piedi ha origine mista delle quattro cause.

    1. L’odore da macerazione

    Questo odore si sviluppa in due condizioni: quando il piede è mantenuto a lungo in calzari che non permettono la traspirazione o quando l’attività sudorale è intensa e prolungata. La macerazione dello strato corneo con sviluppo d’odore si verifica quando l’acqua del sudore e la temperatura elevata producono una idrolisi  o scioglimento delle cheratine che sono le proteine dello strato corneo. Le cheratine contengono una grande quantità di aminoacidi solforati che danno origine a composti sulfidrilici. Queste molecole, alla cui formazione partecipano anche gli enzimi proteolitici dei batteri cutanei, sono molto volatili e hanno un odore pungente tipo uovo marcio. Per questo motivo l’odore da macerazione si espande rapidamente nell’ambiente appena liberato il piede dalla calzatura.

    1. L’odore da crescita batterica

      si differenzia a secondo della specie batterica che prolifera sulla cute dei piedi. I batteri Gram – (Pseudomonas aeruginosa Proteus, Klebsiella) sviluppano un odore nauseante, anch’esso molto volatile, legato al loro metabolismo; mentre altri batteri, come i Corinebacterium spp, quando si sviluppano degradano lo strato corneo e quindi producono un odore molto simile a quello della macerazione

    1. I funghi che si nutrono dello strato corneo

      come i Dermatofiti, producono anch’essi un odore legato al metabolismo dello zolfo contenuto nella cheratina. Lo zolfo liberato si complessa con molecole d’idrogeno formando radicali sulfidrici particolarmente sgradevoli all’olfatto.

    1. Calze a calzari

      interagiscono nella formazione dell’odore: le fibre sintetiche sono di solito più attrattive per gli odori generati dalle tre precedenti cause. Si tratta di una specie d’ affinità per le molecole odorose che finisce per amplificare il cattivo odore dei piedi.

    Mentre le calze con il lavaggio perdono l’odore, le scarpe, spesso anche dopo lavaggio o non indossate per tempi lunghi, conservano una parte dell’odore.

    Le cause del cattivo odore dei piedi e le cause che portano alla macerazione della cute dei piedi sono legate a molti fattori come la temperatura e l’umidità ambientale, il grado di permeabilità al vapore acqueo di calze/scarpe, lo stile di vita, il lavoro svolto ecc.

    La colonizzazione di batteri soprattutto Gram – alla pianta dei piedi o tra le dita è un evento non raro ma le cause non sono note. Si ritiene che su una cute macerata o poco ventilata possano attecchire colonie di batteri trasportati ai piedi dalle mani e arrivati sulle mani durante la pulizia dopo defecazione.

    La crescita di funghi Dermatofiti tra le dita dei piedi o su tutto il piede è causata anch’essa da molti fattori tra cui l’umidità, il tipo d’attività, lo stile di vita ecc. Occorre considerare anche una ”predisposizione“ naturale, infatti, a parità di rischio espositivo, alcuni individui sviluppano l’infezione e altri no. La frequentazione di ambienti pubblici a piedi scalzi (palestre, docce, bagni turchi) è senza dubbio il primo fattore di rischio per micosi.

     

     Il trattamento del cattivo odore dei piedi

      Il Lavaggio

    E’ comune pensare che il cattivo odore dei piedi sia causato da scarsa igiene  da cui che il rimedio sia il lavaggio frequente ed accurato.

    In realtà il lavaggio può peggiorare la situazione. Infatti il lavaggio frequente ( o prolungato) può aumentare la macerazione e diminuire le naturali difese della cute.

    Per trattare l’odore dei piedi occorre agire sulle cause.

    • La Macerazione

    La macerazione causata da mancata eliminazione del vapor acqueo o a causa dell’uso di calze/calzari non traspiranti deve essere corretta con i suggerimenti opportuni, tuttavia non sempre è possibile intervenire come ad esempio nell’uso di scarpe antinfortunistiche prevista dalle leggi  per la protezione dei lavoratori.

    Una situazione analoga si verifica per chi deve lavorare/viaggiare in ambienti caldo-umidi.

    Lo stesso avviene dopo marce prolungate con calzari protettivi come quelli utilizzati dai militari.

    In questi casi la cute assume l’aspetto   come se il piede fosse stato immerso nell’acqua per molte ore, infatti il termine inglese è: “ Immersion Foot”.

    Per evitare la macerazione e quindi l’effetto Immersion Foot si consiglia di  applicare Crema Lenitiva. Questa Crema ha un forte potere assorbente per l’umidità e previene la macerazione.

    Ipersudorazione

    L’ipersudorazione plantare produce una specie di “cottura” dello strato corneo che appare bianco.

    Se la causa della macerazione è la sudorazione abbondante occorre suggerire l’applicazione di Gel Astringente

    Questo Gel riduce la sudorazione e impedisce lo sviluppo dei batteri e va applicato quotidianamente prima di calzare le scarpe.

     

    Colonizzazione batterica

    La colonizzazione dello strato corneo da parte dei batteri si verifica di frequente quando, soprattutto durante l’estate, si utilizzano calzari di materiale sintetico senza le calze.

    Quando la causa  dell’odore è lo sviluppo di colonie batteriche, cioè si evidenziano piccoli crateri erosivi sulla piante dei piedi, come se la pelle fosse tarlata, occorre applicare Gel Astringente.  Questo Gel ha contemporaneamente azione antisudorale e antibatterica.

    Applicando il Gel dopo i lavaggi si ottiene rapidamente la scomparsa della tarlatura della pelle e contemporaneamente la regressione del cattivo odore.

    Occorre poi sconsigliare l’utilizzo di calzari di materiale sintetico.

     

     “Piede D’Atleta” o Micosi dei piedi

    I Miceti che colonizzano gli spazi interdigitali dei piedi appartengono al genere dei Dermatofiti. Questi funghi degradano lo strato corneo per nutrirsi delle sue proteine.

    Quando la causa del cattivo odore è la presenza di funghi tra le dita o sul piede occorre applicare Crema 2 S.

    Questa Crema, che si basa sull’azione antifungina di zolfo e acido salicilico, va applicata una volta al giorno fino alla scomparsa dei tagli, macerazione, desquamazione, prurito ecc. e riapplicata se ricominciano i sintomi di Micosi.

     

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply