• 20 MAG 16
    • 0

    Candidiasi vulvovaginale: prevenire più che curare

    Perché viene la Candidiasi Vulvo-Vaginale

    E’ provocata dalla proliferazione di lieviti del genere Candida, lieviti presenti comunemente in vagina. Rappresenta un frequente disturbo per la donna in età fertile e può essere causata da molti fattori quali: la gravidanza, l’uso della pillola anticoncezionale, l’uso di antibiotici, l’uso di cortisone. Può venire anche se ci si lava troppo di frequente o se si usano detergenti con antisettici oppure anche spontaneamente. La diagnosi viene fatta attraverso l’osservazione clinica, la misurazione del pH (circa 4.0), l’esame al microscopio, l’esame colturale.

    Non è contagiosa

    Non si tratta di una infezione sessuale ma di una proliferazione eccessiva di Candide. Non è contagiosa per l’uomo perché la Candida non attecchisce nei genitali maschili.

    Come si manifesta la Candidiasi Vulvo-Vaginale

    Con abbondanti perdite vaginali con l’aspetto di latte cagliato, con bruciori e prurito vulvari.

    Candidiasi versus Vulvovaginiti batteriche

    la Candidiasi spesso è confusa con Vulvovaginiti batteriche che hanno una clinica ed una terapia differente.

    Si definisce Candidiasi VulvoVaginale recidivante o complicata quando si hanno tre recidive o più in un anno.

    Come si cura la Candidiasi

    Si cura con prodotti antimicotici topici in ovuli o candelette.

    Quale è l’antimicotico più utilizzato

    Si chiama Sertaconaziolo e basta un ovulo per riportare le Candide alla concentrazione giusta ed eliminare i sintomi.

    La Candidiasi Vulvo-Vaginale: come prevenirla

    Occorre evitare i farmaci che inducono la Candida, non lavarsi di frequente, non eseguire lavande vaginali, evitare cause di traumatismo (calzoni stretti, cavallo, bicicletta, ecc…), evitare il blocco della traspirazione (slip in sintetico, salvaslip, calze nylon a trama stretta, indumenti in sintetico, ecc…).

    Domande frequenti sulla Candidiasi Vulvo-Vaginale

    > Si possono usare gli antimicotici per via orale?

    Non hanno senso visto che la Candida è abitante comune della vagina e non può essere annullata.

    > Deve essere curato anche il maschio?

    No, perché non diviene un portatore sano.

    > Occorre utilizzare particolari detergenti intimi?

    No, al posto dei detergenti intimi è meglio utilizzare  Base Lavante Eudermica che è meno irritante e più rispettosa della parte infiammata. E’ sconsigliato l’uso delle lavande poiché creano umidità e dismicrobismo.

    > Si devono evitare i rapporti sessuali?

    Nel momento di infiammazione è meglio sospendere i rapporti sessuali a causa del fastidio. In molti casi i rapporti sessuali possono essere considerati un momento traumatico che facilita la recidiva.

    > Si possono usare lubrificanti vulvari?

    Si, servono per diminuire l’azione traumatica del rapporto sessuale purchè si usino quelli non acquosi senza grassi e senza preservanti. DermaClub suggerisce l’uso di LIPLAP.

    In conclusione

    la Candidiasi Vulvo-Vaginale si può prevenire e curare efficacemente. Non contagia l’uomo.

    Leave a reply →