• 22 DIC 15
    • 0

    Dermatite da Processionaria ( o Gatta pelosa)

    Cos’è la Dermatite da Processionaria

    Si tratta di un’eruzione di piccole papule rilevate ed arrossate , molto pruriginose comparse all’ improvviso e distribuite in modo di solito asimmetrico.

    Dove si manifesta la Dermatite da Processionaria

    Compare al tronco e al collo, ma anche gli arti o il volto possono essere interessati.

    Esistono forme severe di Dermatite da Processionaria

    La forma più grave avviene quando accidentalmente una Processionaria cade dall’ albero e si introduce sotto gli indumenti. In questo caso le papule pruriginose ed urticanti sono molto diffuse ed il prurito diviene insopportabile.

    Come riconoscere la Dermatite da Processionaria

    Si presenta all’improvviso con un’eruzione di papule eritematose, pomfoidi e molto pruriginose sparse soprattutto nella parte alta del tronco e collo in soggetti che non hanno altro problema.

    Per scatenare la Dermatite da Processionaria non occorre il contatto della pelle con l’insetto

    Non necessariamente, perché nell’ambiente dove sono presenti i bruchi, i peli urticanti di questi sono sospesi nell’aria e si depositano sia sugli uomini o animali sia sul terreno. Quindi basta essere stati in zone con alberi infestati dalle gatte pelose per avere la Dermatite.

    In che periodo dell’anno si verifica la Dermatite da Processionaria

    La Dermatite da Processionaria si verifica da Maggio a Luglio quando cioè i bruchi sono attivi ed escono dai nidi.

    Da cosa è causata la Dermatite da Processionaria

    E’ causata dalla penetrazione nella pelle dei minuscoli peli che rivestono il corpo della Processionaria comunemente detta gatta pelosa.

    La Processionaria ( gatta pelosa) : cos’è, perchè si chiama così e dove abita

    Cos’è la Processionaria

    La Processionaria o Thaumetopoea pityocampa è un insetto dell’ordine dei Lepidotteri appartenente alla famiglia Notodontidae.

    Perché si chiama così

    Questi lepidotteri sono chiamati popolarmente “Processionaria” perché quando scendono al suolo si spostano l’uno attaccato all’altro come in una processione.

    Dove abita

    E’ un ospite dei pini ma anche di querce, larici, dei cedri e di molti altri alberi; allo stato di bruco si nutre delle foglie dall’albero causando pericolose defogliazioni. La processionaria è diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo.

    Occorre osservare i nidi setosi di colore bianco brillante e triangolari appesi alla parte terminale dei rami. Questi nidi di solito sono ben visibili.

    Come prevenire la Dermatite da Processionaria

    E’ difficile da prevenire. Occorre individuare ed evitare le zone dove sono presenti alberi con i nidi dei bruchi. In caso di passeggiate in ambienti boschivi occorre indossare indumenti aderenti e coprenti che impediscano la penetrazione dei peli urticanti.

    Come curare la Dermatite da Processionaria

    Al momento dell’ accertamento dell’eruzione pruriginosa occorre considerare che il danno cutaneo è già fatto e quindi occorre agire sui sintomi. Per il prurito si può somministrare un antistaminico anche se nella pratica dermatologica questo trattamento ha scarso effetto.
    Più efficace è invece l’applicazione di Gel Astringente che svolge sia azione antipruriginosa e astringente sia azione antisettica, per la prevenzione di infezioni cutanee da grattamento. Può essere applicato più volte al giorno.
    La Dermatite si esaurisce in una settimana circa, in questo periodo la pelle non va esposta ai raggi diretti del sole.

    Cosa evitare nel trattamento della Dermatite da Processionaria

    Assolutamente da evitare sono le creme antistaminiche o antinfiammatorie poiché entrambe, oltre che non funzionare, sono fotosensibilizzanti e la Dermatite da Processionaria si verifica durante i mesi di forte illuminazione solare.
    Anche le creme cortisoniche vanno evitate perché non riescono a sfiammare le papule dove è penetrato il pelo urticante e a volte peggiorano l’infiammazione o fanno durare più a lungo la reazione.
    Inoltre favoriscono l’infezione da grattamento.
    Lavare la parte più volte o energeticamente nel tentativo di eliminare i peli urticanti è spesso un peggiorativo sul prurito.

    Domande frequenti sulla Dermatite da Processionaria

    • I peli di rivestimento delle Processionarie sono Tossici?

    Non è noto se i peli delle gatte pelose contengano particolari proteine tossiche, si sa che sono a forma di aculei seghettati e quindi quando riescono a penetrare nella pelle, di solito in un follicolo pilifero, causano forte irritazione e la liberazione di Istamina, il mediatore del prurito.

    Il contatto con i peli urticanti può essere pericoloso?

    Di solito no, ma sono segnalati casi di Shock Anafilattico in soggetti particolarmente sensibili, inoltre se i peli urticanti colpiscono gli occhi si ha una congiuntivite acuta con forte lacrimazione ed arrossamento, se vengono inalati si ha tosse e fatica alla respirazione, se vengono ingeriti si ha gonfiore della lingua e dolore di stomaco.

    La Processionaria è pericolosa anche per gli animali?

    I cani ed i cavalli ma anche molti animali del bosco sono quelli che più subiscono danni dalle Processionarie con cui vanno in contatto annusando il terreno e mangiando l’erba. I danni compaiono nella zona del naso, sulla lingua o in bocca. In caso d’ingestione, il bruco può essere mortale per l’animale.

    Perché per il paziente appare misteriosa questa Dermatite?

    Compare di solito ad ore di distanza o il giorno successivo all’avvenuto contatto con i peli urticanti così che il paziente di solito non è in grado di mettere in relazione la reazione della pelle con il soggiorno o passaggio sotto gli alberi.

    In conclusione

    non rinunciamo al contatto con la natura ma impariamo a conoscerla e a riconoscere le reazioni da gatta pelosa sulla pelle e a come curarla.

    Leave a reply →